Category Archives: stampa

BETFLAG, VINTI CENTOMILA EURO CON LA SLOT BOOK OF DEAD

betflag

Baciato dalla fortuna un giocatore quarantenne della provincia di Varese.

Una notte indimenticabile, con una vincita importante, per un giocatore quarantenne della provincia di Varese che ama tentare la fortuna al casinò di BetFlag. Questa volta la fortuna è stata con lui particolarmente benevola, il giocatore ha infattivinto in totale ben centomila euro alla slot Book of Dead, proposta da Play’n GO, grazie ad una serie di numerose vincite a partire da cinquemila fino ad un massimo di circa 40.000 euro.

Il fascino dell’antico Egitto è il tema di Book of Dead una slot ambientata in un antico tempio egiziano. I simboli sui cinque rulli e con dieci linee di pagamento sono tutti a tema faraoni, così come il prezioso libro dei sogni che ha regalato la fantastica vincita,da qui il nome della slot. Tre libri in grado di far vincere il tesoro nascosto che può essere fino a cinquemila volte la puntata effettuata. Il simbolo del libro ha il doppio volto dello scatter e del wild ed ha attivato la giocata bonus che ha sviluppato numerosi freespin che hanno prodotto l’importante vincita a sei cifre.

BETFLAG, AL BREDA UNA DOMENICA DI GRANDE IPPICA

betflag

Tocca a Padova, questa volta, essere al centro dell’attenzione dell’ippica italiana. Domenica prossima al Breda prossima va, infatti, in scena il pomeriggio dedicato al Città di Padova e al Padovanelle, il primo riservato ai 4 anni e l’altro agli anziani indigeni e non.

CITTA’ DI PADOVA – Purtroppo solo in cinque al via dietro le ali della macchina sul miglio. Il campo ristretto nei numeri ha però dalla sua la qualità del derbywinner Zlatan e di Zabul Fi, arroccato alla corda. A completare il campo pensano Zigolo de Buty, ex leader della generazione 2015, alla prima uscita per Lorenzo Baldi allenatore, Zante Laser (Casillo) e Zona Da (Bondo). Nelle quote di BetFlag, provider online leader del settore, Zlatan viene proposto a 1,8 contro 2,8 di Zabul.

PADOVANELLE – Ben più intrigante è invece la prova per i free for all, alle prese sulle corte dritte dell’anello patavino. I Gocciadoro ne schierano ben quattro, fra i quali si rivede Arazi Boko, alle prese però con numero in seconda fila. Il team di Parma propone anche Sonia, Stella di Azzurra e Virginia Grif. Ben sistemati fra quelli a rete sono Santiago d’Ete, a segno a sorpresa nel 2016 al record della corsa, Tina Turner e Talisker Horse, la vincitrice in questa stagione di Vittoria e Ponte Vecchio.

ARC DE TRIOMPHE, E’ TREPIDANTE ATTESA

Betflag

Gli esperti di BetFlag analizzano in anteprima le chances dei probabili soggetti al via

La corsa si terrà l’1 ottobre 2017, ma per gli appassionati siamo certi che l’interesse è già alto nei confronti dell’Arc de Triomphe, classica francese che si disputa dal 1920 nella sede storica di Longchamp per la quale Betflag riserverà particolare attenzione sulla sua lavagna. Gli italiani spesso sono riusciti ad aggiudicarsi questo Gran Premio G1 sui 2400 metri per cavalli di tre anni ed oltre: 1929 Ortello, 1933 Crapom, 1955/56 Ribot, 1988 Tony Bin e nel 1989 Carroll House. Frankie Dettori ha vinto questa mitica corsa ben quattro volte e quest’anno attende di sapere se la meravigliosa Enable sarà al via. Gli altri probabili soggetti iscritti sono: Winter (giubba Coolmore), che è una miler forse tenuta fresca di forma proprio per questa classica; Cliffs Of Moher (giubba Coolmore) chiuso nel pronostico da Ulysses giubba Niarchos e Chuchill altro del Coolmore, dati partenti. Questi ultimi due sono primo e secondo nell’ordine il 23 agosto a York nelle Juddmonte G1 sui 2100 metri. Waldgeist che è molto interessante, trained Fabre che in Francia non sbaglia un colpo, ma il suo allievo è chiuso nel pronostico da Capri e Cracksman, però sulla pista del Curragh.

La proposta Aga Khan vede due soggetti al via: un quattro anni ed un tre anni. Zarakè l’inossidabile vincitore del Prix de Saint Cloud G1 sui 2400 metri, disputato sul terreno dato da buono a morbido, anziano.Shakeelil 14 luglio a Saint Cloud ha vinto il Grand Prix de Paris G1 sui 2400 metri, lasciando dietro Permian e Venice Beach, altro in giubba Coolmore iscritto, che successivamente è secondo di Cracksman dato partente anche lui. E poi ancora, Eminent che sta maturando solo ora. Si potrebbe vedere il giapponese Satono Diamond, terzo a Kyoto sul doppio miglio classico nel Tenno Sho G1, presumibile front runner della corsa. Capri il grigio del Coolmore che ha vinto l’Irish Derby, altro che ha linea con Cracksman, in quell’occasione secondo. Idaho, Seventh Heaven, Highland Reel completano lo schieramento proposto del Coolmore: tre anziani solidi e classici. Bisognerà vedere la gradazione del terreno per capire le chances di uno o dell’altro.

Godolphin per ora lascia iscritti: Cloth Of Stars trained Fabre, che ha vinto in sequenza il Prix Exbury G3, il Prix d’Harcourt G2, il Prix Ganay G1, tutti dai 2000 ai 2100 metri in terra francese; Frontiersman trained Charlie Appleby, che non vanta però forma da Arc; Jack Hobbs trained John Gosden che dopo aver battuto tutti a Meydan nello Sheema Classic G1 non si è più ripetuto; Barney Roy che ha linee estive buone con Ulysses a Sandown, dove è secondo e a York dove è terzo, secondo fu Churchill. Brametot rimane sulla serie positiva di quattro vittorie, ma è solo quinto il 15 agosto a Deauville sorvolato da Eminent in G2 nel Prix d’Ornano sui 2000 metri. Akihiro (Deep Impact) e Terrakova (Galileo) sono la proposta Wertheimer & Frère, il primo trained Fabre, la seconda Head. Il maschio è secondo a Saint Cloud in G2 nel Prix Greffulhe, proprio davanti a Waldgeist. La femmina a Chantilly è terza in G1 nel Prix de Diane. Silverwave, Zhukova, Soul Stirring sorpresone.

BETFLAG, DA QUASI TRIPLA IL MATCH CLOU LAZIO – MILAN

betflag

La prima sosta stagionale della serie A, per l’impegno della nazionale che affronterà sabato prossimo la Spagna per le qualificazioni mondiali, non attenua l’interesse del prossimo turno che si terrà il 9 e 10 settembre. Ancora una volta sarà la Juve a scendere per prima in campo per il weekend calcistico, anche questa volta in casa sabato alle diciotto. Due settimane orsono regolò con un perentorio 3 – 0 il Cagliari, questa volta l’avversario è il Chievo e sulla lavagna di BetFlag quote a tinte assolutamente bianconere con l’1 proposto con una quota popolare appena a 1,20, che diventa 6,50 per l’X e per diventare a due cifre, 15,00, per il 2 del novantesimo. La doppia chance X2 vale 4,53 che crolla a 1,11 per l’12 e a 1,01 per l’1X. Sempre sabato 9, ma alle 20,45, avversario scomodo per la Roma a Marassi dove incontra la Sampdoria. Basso ma non troppo il 2 a 1,80, lontanissimo dall’1 a 3,95 e l’X a 3,85. Da tener d’occhio i suggerimenti per l’1X2 al 15° (1 a 7,71, X a 1,25 e 2 a 5,70) e al 30° (1 a 4,44, X a 1,83 e 2 a 3,00).

BETFLAG, SABATO A TARANTO IL GRAN PREMIO PAOLO VI

Betflag

Solo sei anziani indigeni al via. Uno Italia il cavallo favorito il cui successo è proposto a 2,25

Non ha certo il vestito della festa il Gran Premio Paolo VI (33.000 euro di montepremi sulla distanza di 1600, Gruppo III riservato agli anziani indigeni) in programma sabato prossimo a Taranto.

Solo in sei hanno infatti accettato l’ingaggio, tre dei quali riconducibili alla famiglia Legati, nom de courses Scuderia Indal. I tre però – ed è questa la particolarità – appartengono ad allenatori diversi.

A reggere il peso del pronostico nelle quote in ante-post del provider online BetFlag è Uno Italia. Il 5 anni di Lorenzo Baldi, affidato nella circostanza a Roberto Andreghetti, viene proposto a 2,25. Quota un pizzico superiore quella di Pantera del Pino, valutata 2,5.